Il Fido Tabacchi è un servizio di eccellenza offerto dall’Ente Garante agli associati interessati al pagamento differito dei tabacchi lavorati. Grazie a questo beneficio, il rivenditore ha la possibilità di vendere prima e pagare successivamente, posticipando quindi il pagamento alla levata successiva.

Questo sistema è un aiuto concreto per una migliore gestione dell’attività, portando liquidità in cassa senza necessità di rivolgersi a istituti di credito ma semplicemente affidandosi al proprio Ente Garante, versando un piccolo contributo.

Grazie alla semplice adesione al servizio di “Tabacco a Fido”, i soci hanno la possibilità di pagare i generi anche a mezzo SDD, nonchè di usufruire della garanzia specifica per la vendita dei prodotti elettronici.

Con l’arrivo dell’estate, le Rivendite situate in zone turistiche o balneari, sono interessate da un significativo incremento della vendita di tabacchi lavorati dovuta ad un maggiore afflusso della clientela.

In questo caso, il rivenditore che già usufruisce del “Tabacco a Fido”, ha la possibilità di avvalersi di un Fido straordinario, limitato a questi periodi di maggiore vendita.

Questo “Fido Stagionale”, maggiore di quello in essere, viene calcolato basandosi sulla levata media dei mesi di picco dell’anno precedente e nel periodo estivo può essere utilizzato per il periodo che va dal 1° giugno al 30 settembre. Tale importo viene calcolato da Logista Italia e autorizzato poi dall’Ente Garante.

Il socio interessato può inviare richiesta direttamente al proprio Ente Garante.

L’agevolazione del «Fido Stagionale», così come gli eventuali aumenti per adeguamento che vengono fatti in corso d’anno, non comporta nessun costo aggiuntivo.

Il servizio del “Tabacco a Fido” rientra tra le prestazioni che l’Ente Garante rilascia dietro versamento di un contributo annuale e che facilitano il socio grazie ad una serie di vantaggi correlati, tra i quali, oltre a quelli puramente burocratici come i tempi rapidi di rilascio e la semplicità nello svolgere le pratiche, vi rientrano anche particolari tecnicismi come l’assenza di segnalazioni alla Centrale Rischi e che la propria linea personale di fido nel canale bancario resti inalterata.